Cerca nel blog

domenica 25 marzo 2012

Roberto Calderoli non è Pierre Cambronne

Il senatore Roberto Calderoli quando sente parlare di Mario Monti si comporta come un toro davanti alla rossa muleta. Non a caso uso questa metafora.
Anche oggi pare che il ruspante padano, credendosi Cambronne, abbia proferito una delle sue frasi epocali (1).
Una di quelle frasi che i libri di storia non faranno alcuna fatica a dimenticare anche perché Roberto Calderoli da Bergamo nulla ha in comune con il Cambronne che di nome faceva Pierre Jaques Étienne, vuoi mettere, era visconte di Cambronne, appunto, ed è nato, udite udite a Saint-Sébastien-sur-Loir, il 26 dicembre. Anche il luogo ed il giorno di nascita in una vita hanno il loro peso. Inoltre come se tutto ciò non bastasse partito come volontario dei granatieri fu nominato generale ed ebbe la Legion d'Onore da Napolene Bonaparte che di uomini dotati se ne intendeva, dato che anche lui lo era. Come i libri di storia ricordano annualmente a tutti i maturandi
Bene il nostro Roby come senz'altro il senatore si farà chiamare dagli intimi, oggi, 25 marzo, parlando del Presidente del Consiglio ha detto che: “un uomo che mi sta così sulle p.... come Monti non l'ho mai trovato.”
Bravo Roby, tu sì che sei esplicito, mica come quelli che si fermano alle pernacchie e al dito medio alzato. Tu si che sei...
Però, però per fare un'affermazione come quella del senatore della Repubblica Italiana Roberto Calderoli (guarda un po' dove siamo arrivati) è necessario circostanziarla. Dimostrare di essere veramente dotati della materia prima ovvero delle due “pi”.
E allora, la domanda: siamo sicuri che il nostro Roby lo sia? Dato che di prove in questo senso fino ad ora non ne ha date affatto. Anzi s'è più spesse volte distinto come un barcamenatore. Che già non è bello.
E poi ammesso e non concesso il possesso è importante anche il posizionamento delle suddette “pi” perchè se si portano, si fa per dire, all'altezza delle orecchie allora non contano. Anzi proprio per la legge del contrappasso le due “pi” sono di quelle cose che più in alto stanno e meno servono. Anzi cambiano proprio di senso.
Ora, senatore delle Repubblica Italiana Roberto Calderoli, ma è proprio così difficile essere seri e fare dei veri discorsi da opposizione, duri ma puliti, educati, civili, compìti e cortesi?
Ci dica che ce la può fare anche lei. Come tanti del resto ce la fanno.
Anche perché, caro senatore, i tori alla fine finiscono maluccio (e ce ne dispiace perché noi tifiamo sempre per il toro) e il matador le loro orecchie le regala alla fidanzata.  

3 commenti:

  1. SE DOVESSE LEGGERLA....CHE BACCHETTATA.....POVERO CALDEROLI.....L'AVREBBE DETTO MAI CHE DA FAMOSO MATADOR NESSUNO LO AVREBBE PREFERITO ALLO SFORTUNATO TORO.....SECONDO ME CHIEDERA' DI POTER RINASCERE E REINCARNARSI IN UN FORTE E SEPPURE SFORTUNATO TORO......ED ALLORA CHISSA' SI POTRA' FAR TIFO PER LUI????

    RispondiElimina
  2. “un uomo che mi sta così sulle p.... come Monti non l'ho mai trovato.”

    Ah se Calderoli sapesse quanto lui...invece sta a tanti italiani sulle p..."
    Credo che il buon dentista bergamasco ce l'abbia tanto con Monti per via di un'affermazione che il presidente ha fatto di recente al Forum di Cernobbio.
    Monti ha detto: " Non siamo stati noi a proporci alla guida del Paese, siamo stati chiamati. Abbiamo trovato una situazione grave, anche perchè la crisi del Paese è stata sempre negata da chi ci ha preceduto alla guida del governo." Ricordate, a Bruxelles, ( luglio 2011) quando Berlusca disse che l'Italia era un paese benestante, i ristoranti sono pieni e non si trova un posto sugli aerei? La sera lo spread volò oltre i 500 punti.Ricordate o no? Si...
    Monti a Cernobbio ha poi detto che ancora la crisi non è finita, il paese rischia ancora e che il lavoro di questo governo non è facile, non lo è stato e lo sarà ancora di più nei prossimi mesi. Ha poi detto - e qui credo che al Roby gli sia venuto uno sciopone - l'unica cosa facile che ci è toccata è stata quella di eliminare quei ministeri ridicoli istituiti a Monza...ovvero quelli voluti dal nostro Roby...dove non c'era mai nessuno e manco un numero telefonico...
    Ecco perchè il toro Calderoli si agita...ma del resto il dentista bergamasco ha fatto una legge elettorale che lui stesso ha definito una 'porcata'...
    beh...che cos vi aspettate di più...

    RispondiElimina
  3. Questi politici e soprattutto quelli come il bergamasco citato ormai ce le hanno fatte a fette......tanto per rimanere in tema di "pi".
    Però una cosa è chiara: questi politici il cervello lo usano solo come zavorra altrimenti, palloni gonfiati come sono, volerebbero via.....e magari lo facessero veramente.

    RispondiElimina