Cerca nel blog

domenica 21 luglio 2013

Consigliere SEL insulta leghista Valandro

Quando stupidità e razzismo si coniugano. Immediata l'espulsione da Sel e parole di condanna da Nichi Vendola e Laura Boldrini. Mentre Mario Borghezio, Roberto Calderoli, Erminio Boso e Matteo Salvini, tutti autori di performance volgari e razziste rimangono ben ancorati dentro la Lega Nord. 


Angelo Garbin, consigliere comunalea Cavarzene
E così sul versante “stupidità” si è esercitato anche un consigliere comunale di Sel che se ne è uscito con la seguente frase:«Mollatela con venti negri» riferendosi con questo alla ex leghista Valandro Dolores.
 Che già nel nome, ahi lei, porta il segno di un destino avverso che la posiziona un filino più in là della felicità. Ma tant'è.
Ora, ad essere sinceri, non è che fosse necessario l'intervento di un consigliere comunale di Sel per avere conferma pratica di un postulato ben descritto dal professor Carlo Maria Cipolla (1): l'imbecillità non può essere patrimonio esclusivo di alcuno. Nonostante gli sforzi che taluni fanno per affermarne il monopolio. Questa è merce purtroppo sommamente democratica. Ahi noi. 

In politica poi questa verità viene appurata tutti i giorni e qualche volta anche più volte durante la stessa giornata, un'occhiata alle prime pagine dei giornali ne è trista conferma. con l'aggravante che talvolta l'esercizio dell'imbecillità si coniuga con il razzismo (in questo caso anche di genere) che già di suo include il concetto precedente. Perché dire che un razzista sia anche un imbecille più che un apprezzamento di merito è una tautologia. Anche se non sempre, per fortuna, è vero il contrario: non tutti gli imbecilli sono anche razzisti. Che forse la prima classificazione già li soddisfa ad abundantiam.

Questa volta a dare manifesta dimostrazione del postulato di cui sopra ci ha pensato tal Angelo Garbin da Cavarzene, consigliere dell'omonimo comune con l'aggravante di essere un tesserato di Sel. Perché avere  un sessista razzista in Sel suona quanto meno anomalo visto che  i principi della formazione di Nichi Vendola vanno esattamente nella direzione opposta. E infatti questo discendente dai nobili primati è stato immediatamente espulso dal partito e censurato da Vendola da Laura Boldrini e da molti altri dirigenti e militanti. Ed anche da Cécile Kyenge alla quale la stessa Valandro aveva augurato analogo trattamento. By the way la Dolores è stata condannata a tredici mesi di reclusione, un'ammenda di tredicimila euro e l'interdizione per tre anni dai pubblici uffici. Pena tutto sommato lieve per la gravità morale del fatto. Che qualcosina di più ci poteva pure stare oltre, ovviamente, all'esecrazione civica

Il luogo della brillante esibizione del Garbin, come per la Valandro è stato, quasi per ovvietà di questi tempi, facebook che, con tutta evidenza a non pochi utenti fa lo stesso effetto della dolce Euchessina. Probabilmente Mark Zuckerberger diventerebbe ancora più ricco se riuscisse ad inventare un softuerino con annesso algoritmo tridimensionale in grado di verificare, anche con lievissimo anticipo, che il cervello sia collegato prima di poter accedere alla pagina e mettersi a scrivere. Così ci si risparmierebbero non pochi dispiaceri e si avrebbe, almeno, l'impressione di vivere in un mondo migliore. Purtroppo così non è. Ahi noi.

Poiché l'indignazione non ha confini (e molto spesso è pure gratis) va presa debita nota anche di quella, di taluni esponenti della Lega Nord, che poi sono i compagni di partito di tal Mario Borghezio , anche lui discendente dai nobili primati i quali però, dopo talune sue performance, hanno discusso su come disconoscerne l'ascendenza. In questo, peraltro, stimolati anche dall'espulsione dello stesso Borghezio decisa dall' Edf, il gruppo parlamentare europeo che raggruppa gli euroscettici (2) Espulso dal gruppo europeo ma non dalla Lega Nord che in Italia se lo tiene ben stretto insieme a Calderoli Roberto (3), le cui epsressioni sulla ministra Kyenge dimostrano quanto poco cervello e lingua possano essere collegati, ad aver cervello naturalmente, e a tal Erminio Boso che gioisce quando i barconi dei migranti affondano inmare  o tal Matteo Salvini che, non si sa quanto sobrio, cantava (4): «scappano anche i cani stanno arrivando i napoletani.»

Ovvio che nessuno di questi esempi,come pure quello della consigliera circoscrizionale del Pd di Prato, per quanto vergognosi, vanno a giustificazione di Garbin Angelo per il quale ci si aspetta un pronto intervento della magistratura e magari una pena maggiorata rispetto alla Valandro. Non foss'altro per non avere appreso la lezione. Non sarebbe male inoltre se, a corollario della pena, come probabilmente accadrebbe nel Regno Unito, ci fossepure  l'obbligo per questi razzisti d'accatto di mandare a memoria il monologo che l'ebreo Shylock recita ne Il mercante di Venezia che inizia cosìMa un ebreo (ma a scelta vale qualsiasi colore di pelle Ndr) non ha occhi? Un ebreo non ha mani, organi, misure, sensi,affetti, passioni, non mangia lo stesso cibo, non viene ferito con le stesse armi, non è soggetto agli stessi disastri, non guarisce allo stesso modo, non sente caldo o freddo nelle stesse estati e inverni …»
E per quelli di più dura cervice che da quelle parti paiono abbondare, visti i discorsi che si sentono, magari varrebbe pure la pena che il monologo lo scrivessero, a mano, cento volte in bella grafia. Come si conviene agli amici di Lucignolo.

----------------------------------------------


3 commenti:

  1. Tullio Carnerini21 luglio 2013 10:40

    Sotto il profilo estetico tra il consigliere e Calderoli vedo una certa affinita' che rappresenta il livello di cerdibilita' della classe politica.C'e0' un 'unica differenza che uno e' un consigliere comunale (starebbe meglio in una osteria) l'altro e' addirittura vice presidente del senato.Il confornto non e' sostenibile e questo mi fa pensare che il caso sia strumentale. Esito :Sono tutti uguali. Non e' assolutamente cosi' Se non altro per le valenze delle cariche ricoperte

    RispondiElimina
  2. anche tu sei un coglione,poi si ritengono di sinistra ma dai

    RispondiElimina
  3. stiamo diventando una Repubblica fondata (oltre le tante altre nefandezze) sugli insulti...

    RispondiElimina