Cerca nel blog

mercoledì 12 settembre 2012

Benedettine, sepolcri imbiancati e sterco del demonio. Quando non c'è la notizia


Che le suore benedettine di quel di Lecce abbiano incassato senza minimamente arrossire il lascito della Mara, “la più famosa prostituta trans” della città non è una gran notizia.(1) Anzi, per dirla tutta, è una non-notizia . Così come il fatto che sfratteranno diverse decine di inquilini, casualmente extracomunitari, da un complesso abitativo nel centro della città non è una gran notizia. Anzi è una non-notizia. E pure il fatto che alla Mara non sia stato concesso il duomo per il funerale ma la più modesta e nascosta cappella dell'ospedale non è una gran notizia. Anzi, sempre per dirla tutta, è un'altra non-notizia.
Di episodi di questo genere è ampiamente costellata la storia della chiesa, l'istituzione che ha fatto del pragmatismo più spericolato il proprio metodo di lavoro e di esistenza. Quasi certamente il pragmatismo è nato proprio con la chiesa: dire tutto ed il suo contrario. Dire bene e razzolare male. Esaltare la castità e, ad essere pudichi, non esattamente praticarla. Definire gli elementi del peccare, ad esempio rubare e poi come sopra mercato aggiungere che chi evade il fisco ruba e quindi passarci sopra ritenendosi esentati. Invocare la libertà e poi inventare “gli uomini della provvidenza” che di solito sono quelli che la libertà la tolgono. Professare povertà ma nel contempo arricchirsi. Disprezzare le cose del mondo e starci dentro alla grande. Insomma un continuum di “si....ma anche ” da fare invidia a Veltroni che forse proprio a quella fonte si è abbeverato.
Che per ogni attività ci sia bisogno di denaro è un banale dato di fatto. Che magari valga la pena di chiedersi da dove provenga è un'altra banalità. Che lo si accetti solo da chi si rispetta è, come dire, il minimo sindacale. Che poi lo si consideri, a prescindere da ogni altra considerazione, un buon concime per le opere di bene, come sosteneva Giovanni Bosco, il fondatore dei salesiani, non è proprio così facile da digerirsi. Così come venire a patti con il male per il supremo bene, quasi mai è stato senza conseguenze. Anzi, attenzione, perché qualche schizzo resta sempre attaccato alla tonaca o come dice il popolo: chi va al mulino si infarina. Ma probabilmente in seminario tra le varie materie d'insegnamento ce ne dev'essere una specificatamente dedicata a come digerire certe sordide magagne. La giustificazione che pecunia non olet non ha poi così grande nobiltà.
Certo che se tornasse il Nazzareno avrebbe una vita veramente noiosa: la ripetizione del già fatto. Il vantaggio sarebbe solo per i quattro che non avrebbero da riscrivere ex novo i vangeli. Se la caverebbero con pochi cambiamenti dovuti a facebook e alla tv. Le tappe sarebbero le stesse: il tempio con conseguente caccioata dei cambiavalute (Giovanni, 2, 12-25), la metafora dei sepolcri imbiancati (Matteo, 23, 24-28), l'incontro con la prostituta, appunto (Marco, 14, 1-8). Giusto per dirne alcune.
Vera notizia sarebbe stata apprendere che le suore benedettine hanno capito (magari con qualche pudico rossore da parte delle novizie, chissà mai) da chi hanno ricevuto il denaro e come è stato guadagnato e che si sono lanciate in una campagna per agevolare i/le trans nel percorso di cambiamento di sesso e che hanno intrapreso un vigoroso impegno per il loro impiego in altri settori che non siano la prostituzione. Poi, che hanno ringraziato pubblicamente il Signor Antonio Lanzalonga (lui è la famosa Mara) per la sua donazione e magari hanno anche decido di dedicargli una novena in tutte le chiese del leccese. Se poi avessero affermato che anche i trans e gli omosessuali e le lesbiche hanno diritto all'amore e magari anche a costruirsi una famiglia avrebbero fatto tombola. Questa sì, visti i precedenti, che sarebbe stata una vera notizia. Come dire che un uomo ha morso un cane. Altrimenti è la solita storia. E' per questo che il Nazzareno non torna: i suoi non han capito gran che del suo insegnamento, dovrebbe ricominciare tutto da capo e sarebbe un remake. Anche poco interessante. Sapendo già come va a finire.

-------------------------

Nessun commento:

Posta un commento